Il sonno del creditore

ghetto_venezia-592x444C’era una volta, a Venezia, un vecchio ebreo che viveva nel ghetto con la moglie anziana. Una notte la donna si svegliò, perché il marito continuava a rigirarsi nel letto. «Che cosa c’è, Alexis?» «Ho dei pensieri che non mi fanno dormire». «E che pensieri?» «Ho un debito di 1000 corone con Juncker e non posso ripagarlo» «Perché?» «Perché i soldi non ci sono». «Tutto qui?» disse la moglie. Andò alla finestra e tirò un sasso contro la finestra di Juncker, che era il dirimpettaio. Juncker si affacciò imprecando: «Perché mi svegli a quest’ora della notte, donna screanzata?». E la moglie di Alexis gli disse: «Mio marito, Alexis, ha con te un debito di 1000 corone». «Sì e allora?» «Beh, non può restituirtele, perché non le ha». Poi chiuse la finestra e disse al marito: «Dormi pure tranquillo, Alexis: adesso starà sveglio lui».